Intestazione Newsletter
 
 

Notizie della Newsletter gestita dal Centro di risorse didattiche e digitali, per conto della Divisione della scuola.






Newsletter - 5 ottobre

Comunicazioni

Raccomandazioni sull'utilizzo dei social media da parte dei docenti e dei funzionari dell’Amministrazione cantonale

Raccomandazioni sull'utilizzo dei social media da parte dei docenti e dei funzionari dell’Amministrazione cantonale

Nelle ultime settimane, a margine della votazione popolare del 24 settembre, alcuni post di colleghi docenti hanno suscitato un ampio dibattito mediatico e politico.

A questo proposito la Direzione della Divisione della scuola ricorda ai docenti e ai quadri scolastici che dal 2013 sono in vigore le Raccomandazioni sull’utilizzo dei social media, valide per tutti i collaboratori dell’Amministrazione cantonale, compresi quindi i docenti e i quadri scolastici. Esse si fondano sui dieci principi seguenti:

  1. Le leggi, la prudenza e il buon senso valgono anche online
  2. La lealtà verso il datore di lavoro è d'obbligo
  3. Non pubblicate mai informazioni confidenziali
  4. Non diffondete informazioni in merito a procedure aperte
  5. Trasparenza: identificatevi come funzionari
  6. Quel che postate è di dominio pubblico (e lo sarà per sempre)
  7. I social media servono a dialogare, ma con attenzione ai toni e ai temi
  8. Fate attenzione ai fraintendimenti
  9. Controllate, verificate, risalite alla fonte dell'informazione
  10. I social media sono strumenti di lavoro, non giocattoli

Date le peculiarità professionali di docenti e quadri scolastici, nel 2015 sono state elaborate delle disposizioni particolari riguardanti l’utilizzo dei social media nei contesti didattico-pedagogico, professionale e privato. In particolare, in riferimento agli ultimi due contesti, si rileva che:

- il docente, che è in ogni caso tenuto al segreto d'ufficio, deve evitare di parlare sui social media di questioni riguardanti il suo lavoro didattico;

- il docente deve prestare particolare attenzione a contatti e ‘amicizie’ nei social media con i propri allievi. In particolare, la relazione docente-allievo nei social media deve sempre rispettare i ruoli che la dimensione educativa implica.

Le Raccomandazioni per i collaboratori dell’Amministrazione cantonale e le Raccomandazioni sull'uso dei social media per i docenti e per le scuole possono essere consultate e scaricate su ScuolaLAB.

Atelier ‘Progettare per competenze’ - pubblicato il video

Atelier ‘Progettare per competenze’ - pubblicato il video

Il 17 e 18 agosto 2017 si è svolta a Bellinzona e a Mendrisio la seconda edizione degli atelier ‘Progettare per competenze’. Durante le due mezze giornate di formazione i docenti della scuola dell’obbligo hanno illustrato esperienze ed esempi di declinazione didattica di alcuni traguardi di apprendimento previsti dal Piano di studio e sperimentati nelle classi del Canton Ticino. Per illustrare quanto avvenuto durante le due mezze giornate di formazione è stato prodotto, grazie alla collaborazione del Centro di risorse didattiche e digitali (CERDD), un breve video che documenta alcune delle attività svolte e che presenta i raccoglitori che contengono i prototipi di attività didattiche distribuiti in tutti gli istituti scolastici del Cantone.

Guarda il video

Primi soccorsi a scuola: ecco le novità dell’APP

Primi soccorsi a scuola: ecco le novità dell’APP

Nelle scuole i piccoli incidenti sono frequenti. L’APP ‘Primi soccorsi a scuola’ dà indicazioni di base sul comportamento da tenere nelle situazioni di urgenza più comuni. Più dinamica e versatile rispetto alla versione cartacea, l’APP per smartphone è stata ora dotata di nuovi contenuti sui temi delle allergie, del colpo di calore, del congelamento, della febbre e dello svenimento/sincope.

L’APP è stata appositamente pensata per l'utilizzo in ambiente scolastico come aiuto e sostegno ai docenti e altro personale della scuola. L'assistenza appropriata in caso di piccoli infortuni, il saper riconoscere le situazioni di urgenza più comuni e l’intervento corretto nei primi soccorsi sono in effetti importanti in ogni contesto.

Il Servizio di medicina scolastica incoraggia l'acquisizione di conoscenze specifiche nel campo dei primi soccorsi. Il medico scolastico della sede è a disposizione per offrire, a titolo gratuito, una formazione sui primi soccorsi.

Maggiori informazioni: http://www4.ti.ch/dss/dsp/umc/cosa-facciamo/medicina-scolastica/primi-soccorsi-e-farmacia-scolastica/

Offerte formative DFA

Offerte formative DFA

Il Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della SUPSI informa che sono ancora aperte le iscrizioni a tre corsi di formazione continua: ‘Numeri e corpo’, ‘Gestire il colloquio con la famiglia e con gli allievi’, ‘La grafomotricità: da ostacolo a risorsa’.

Leggi e scarica il descrittivo e il tagliando di iscrizione a ‘Numeri e corpo’.

Leggi e scarica il descrittivo e il tagliando di iscrizione a  ‘Gestire il colloquio con la famiglia e con gli allievi’.

Leggi e scarica il descrittivo e il tagliando di iscrizione a ‘La grafomotricità: da ostacolo a risorsa’.

Agenda

Vita affettivo-sessuale e handicap: una conferenza

Vita affettivo-sessuale e handicap: una conferenza

Il Gruppo di lavoro per l’educazione sessuale (GLES) invita a partecipare a una conferenza dedicata alla vita affettivo-sessuale e all’handicap che si svolgerà martedì 10 ottobre, presso l’Aula Magna della Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona, con inizio alle 20.30. La conferenza sarà tenuta da Catherine Agthe Diserens, sesso-pedagogista specializzata, già presidente dell’associazione SEHP-Sexualité et handicap pluriels.

Leggi e scarica il volantino.

Oltre l’integrazione - un pomeriggio di studio proposto da atgabbes nell’ambito dei festeggiamenti del 50mo di attività

Oltre l’integrazione - un pomeriggio di studio proposto da atgabbes nell’ambito dei festeggiamenti del 50mo di attività

Il 21 ottobre atgabbes propone un pomeriggio di studio dedicato ai tempi dell’integrazione e dell’inclusione delle persone con disabilità. Cosa significa, concretamente, promuovere una società e una cultura più inclusive? Cosa si intende per scuola inclusiva? Come permettere una maggiore partecipazione agli allievi con disabilità anche importanti? Sono questi i temi che saranno affrontati nel corso del pomeriggio, nell’intento di delineare piste di riflessione, tematizzando le varie sfaccettature dell’inclusione, anche attraverso la presentazione di testimonianze e la visione del filmato RSI “Accogliere la disabilità”. Al pomeriggio di studio - che si terrà presso la sede di Biasca di Bibliomedia Svizzera con inizio alle 15.30 - interverranno Angelo Nuzzo (docente SUPSI-DEASS), Rezio Sisini (direttore dell’Ufficio delle scuole comunali) e Massimo Scarpa (direttore dell’Ufficio della pedagogia speciale).

Nell’ambito dei festeggiamenti del 50mo di attività, atgabbes proporrà altri due momenti di riflessione:

- sabato 18 novembre si terrà la conferenza “Sostenere le persone con disabilità e i loro familiari nella creazione di scenari di vita autonoma”;

- domenica 26 novembre, nel ambito del festival Castellinaria, sarà proposta la visione del documentario Genitori di Alberto Fasulo.

Leggi e scarica il pieghevole

Dal dire al fare - La sostenibilità a scuola: 2008 - 2017

Dal dire al fare - La sostenibilità a scuola: 2008 - 2017

La decima giornata dedicata all’educazione allo sviluppo sostenibile nella Svizzera italiana, prevista per sabato 21 ottobre, si occuperà della scuola intesa come luogo d’apprendimento, di lavoro e di vita sostenibile e sana. Relatori saranno il direttore della scuola media di Ambrì Marco Costi, che parlerà dell’esperienza del progetto di orto biodidattico della sua sede e il saggista Maurizio Pallante, che ci presenterà la sua visione per “Costruire i tasselli di un nuovo paradigma culturale”. Le iscrizioni, entro il 15 ottobre, sono aperte!

Maggiori informazioni: www.education21.ch/it/giornata-ess.

La settimana del Castoro Informatico 2017

La settimana del Castoro Informatico 2017

Tra il 6 e il 17 novembre si svolgerà l’ottava edizione della ‘Settimana del Castoro Informatico’. L’iniziativa incoraggia gli allievi e le allieve ad approfondire la conoscenza dell’informatica, contribuendo a destare interesse per l’ambito.

Il concorso non richiede nessuna conoscenza informatica. Per rispondere alle domande che saranno poste online sono necessari un pensiero logico e fantasia. Questi sono princìpi del pensiero informatico che, compatibile con i piani di studio della scuola dell’obbligo, potrebbe aiutare allievi e allieve a compiere scelte che indirizzano verso professioni tecniche e scientifiche.

Le domande del concorso sono adatte a bambini e bambine dalla III elementare in avanti. L'attività si svolge a scuola sull'arco di 45 minuti; viene realizzata davanti a un computer collegato in rete e può essere scaglionata su più momenti tra il 6 e il 17 novembre. È possibile allenarsi rispondendo ai quesiti posti nei precedenti concorsi, avendo così un’idea del tipo di situazioni-problema da risolvere, le cui difficoltà sono graduate per anno scolastico (dalla III elementare).

Il Centro di risorse didattiche e digitali (CERDD) invita i docenti ad approfondire questa iniziativa ed eventualmente a iscrivere le proprie classi. Il responsabile per il Ticino della promozione del Castoro informatico è Andrea Adamoli (andrea@adamoli.ch), disponibile a rispondere a qualsiasi domanda sul concorso.

Per quanto concerne invece l’approfondimento sul ruolo del pensiero informatico nella formazione generale della scuola dell’obbligo, il CERDD è disponibile a presentare il tema: in questo caso scrivere a Lucio Negrini (lucio.negrini@edu.ti.ch).

SwissSkills 2018: sperimenta 135 diverse professioni dal vivo

SwissSkills 2018: sperimenta 135 diverse professioni dal vivo

Dal 12 al 16 settembre 2018 si riuniscono a Berna i migliori giovani professionisti dei settori artigianato, industria e servizi in occasione della seconda edizione dei Campionati Svizzeri delle Professioni. Gli SwissSkills 2018 presentano 75 campionati nonché ulteriori 60 dimostrazioni professionali e offrono la possibilità di sperimentare le professioni in un’atmosfera unica. È il sistema di formazione professionale duale svizzero, mondialmente riconosciuto, a consentire tutto ciò: concludendo il proprio apprendistato, oltre 70'000 giovani in Svizzera posano ogni anno delle ottime fondamenta per una carriera professionale di successo.

Il più grande show del mondo del lavoro

Gli SwissSkills 2018 rappresentano un’impressionante vetrina d’esposizione del sistema di formazione professionale svizzero. 1’100 tra i migliori giovani professionisti di tutto il paese competono in 75 diverse professioni per il titolo di campione svizzero, dando prova, davanti al grande pubblico, delle proprie competenze acquisite durante l’apprendistato.

Con ulteriori 60 dimostrazioni professionali, gli SwissSkills 2018 diventano un grande show del mondo del lavoro. Le professioni presenti coprono più dell’80% di tutti i contratti di apprendistato esistenti in Svizzera. In nessun altro luogo al mondo esiste la possibilità di sperimentare e lasciarsi ispirare da così tante professioni. “L’elevato livello e la varietà della formazione professionale in Svizzera saranno presentati concretamente ad un vasto pubblico durante gli SwissSkills 2018. Grazie al carattere competitivo dell’evento sarà inoltre promossa l’eccellenza nella formazione professionale” dichiara il presidente del comitato d’organizzazione, Dott. Claude Thomann. 

‘MySkills’ e ‘Best of SwissSkills’ come novità

Gli organizzatori puntano in gran parte sul concetto di successo della prima edizione nel 2014. “La curiosità allora suscitata, l’interesse e l’entusiasmo sono da rafforzare con la seconda edizione” aggiunge Claude Thomann.

‘MySkills’ viene decisamente potenziato. Sotto questa dicitura, 64 delle 66 associazioni professionali offrono ai visitatori la possibilità di provare direttamente le attività professionali.

Altra novità rispetto alla prima edizione è il programma di domenica 16 settembre: l’ultimo giorno dell’evento saranno ripresentati al pubblico con il motto ‘Best of SwissSkills’ i momenti salienti dei giorni di competizione trascorsi. Le competizioni si concluderanno sabato 15 settembre. La stessa sera si terrà nella vicina arena di hockey su ghiaccio la grande cerimonia di premiazione.

Viene inoltre ampliato il ‘Treffpunkt Formation’, una piattaforma d’incontro e formazione continua per insegnanti nonché orientatrici e orientatori professionali.

Più informazioni: www.swiss-skills2018.ch

Castellinaria 2017: incontro informativo per i docenti

Castellinaria 2017: incontro informativo per i docenti

In vista della 30° edizione di Castellinaria, che si terrà dal 18 al 25 novembre, un incontro informativo destinato ai docenti è programmato per martedì 24 ottobre (alle 16.45, presso le scuole medie di Castione). La partecipazione all’incontro è consigliata ai docenti che intendono accompagnare le loro classi a una o più proiezioni previste nell’ambito del Festival internazionale del cinema giovane Bellinzona. A questo proposito, si ricorda che le iscrizioni delle classi alle proiezioni saranno aperte a partire dall’8 novembre: i docenti interessati sono invitati a compilare il formulario online che si trova sul sito www.castellinaria.ch.

Per maggiori informazioni: segretariato@castellinaria.ch oppure 091 825 28 93.

Leggi la lettera di presentazione dell’incontro informativo.

Area didattica

Sussidi didattici. 1,2,3... codez! : enseigner l'informatique à l'école et au collège (cycles 1, 2 et 3)

Sussidi didattici. 1,2,3... codez! : enseigner l'informatique à l'école et au collège (cycles 1, 2 et 3)

[conception et réd.: Claire Calmet, Mathieu Hirtzig, David Wilgenbus]. - Paris : Le Pommier, 2016. - 358 p. - (Éducation). - ISBN: 978-2-7465-1106-4

Perché insegnare informatica a scuola? Come preparare i bambini per il mondo digitale che li circonda? Come possiamo aiutarli a non essere semplici consumatori di strumenti di cui non conoscono il funzionamento? Per diventare un lettore digitale, è necessario appropriarsi dei concetti di algoritmo, linguaggio informatico o addirittura elaborazione delle informazioni. Queste nozioni sono specifiche dell'informatica come scienza che, lungi dall'essere limitata alla programmazione, ha la sua storia, i suoi metodi e le sue competenze.

Le attività proposte consentono l'introduzione alle reti sociali, alla consapevolezza del mondo digitale e allo sviluppo della collaborazione e della creatività.

Controlla la disponibilità

 

Codez.jpg

Sussidi didattici. Valutare e certificare le competenze

Sussidi didattici. Valutare e certificare le competenze

Mario Castoldi. - Roma : Carocci, 2017. - 275 p. - (Studi superiori ; 1032. Scienze dell'educazione) - ISBN: 978-88-430-7938-4

La certificazione delle competenze è ormai a regime anche nella scuola italiana, sia per il primo che per il secondo ciclo di istruzione, e costituisce un radicale cambiamento nei modi e nelle forme della valutazione scolastica. In gioco c'è un diverso modo di pensare l'apprendimento, un allargamento dello sguardo valutativo ad aspetti spesso trascurati quali: i processi attraverso cui mobilitare i propri apprendimenti, una pluralità di punti di vista e di strumenti con cui raccogliere dati e informazioni, una diversa gestione della fase di attribuzione del giudizio, la valutazione vista come risorsa per l'apprendimento.

Controlla la disponibilità

valutare.jpg


Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport
Divisione della scuola

Centro di risorse didattiche e digitali
Viale Stefano Franscini 32
6500 Bellinzona



tel. +41 91 814 63 11
fax +41 91 814 63 19
decs-cerdd@ti.ch

www.ti.ch/cerdd
scuolalab.edu.ti.ch

ti_bottom_filetto-def316.png