Intestazione Newsletter
 
 

Notizie della Newsletter gestita dal Centro di risorse didattiche e digitali, per conto della Divisione della scuola.





Newsletter - 27 aprile

Comunicazioni

Verifica degli obiettivi formativi nazionali nelle scuole ticinesi: informazione ai docenti

Verifica degli obiettivi formativi nazionali nelle scuole ticinesi: informazione ai docenti

Con l’entrata in vigore il 1 agosto 2009 dell’Accordo intercantonale sull’armonizzazione della scuola obbligatoria (Concordato HarmoS),  la Conferenza dei direttori della pubblica educazione (CDPE) si è proposta di armonizzare sul piano nazionale l’istruzione rispetto alle strutture e agli obiettivi di formazione. Riguardo a questi ultimi sono stati fissati degli obiettivi formativi nazionali che descrivono le competenze fondamentali che gli allievi devono possedere in determinate discipline (lingua di scolarizzazione, lingue seconde, matematica e scienze naturali) e in determinati momenti della scolarità obbligatoria (al termine del 4°, 8° ed 11° anno HarmoS di scuola tranne per le lingue seconde dove sono disponibili le competenze fondamentali solo per l' 8° e l'11° anno). Maggiori informazioni riguardanti la verifica degli obiettivi formativi nazionali si trovano al link www4.ti.ch/decs/ds/harmos/home/armonizzazione-degli-obiettivi/.

A livello nazionale, per il quadriennio 2014-2017, sono previste due indagini per verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi che saranno realizzate sulla base di campioni (ovvero gruppi rappresentativi di allievi selezionati per ogni Cantone). La prima indagine è stata svolta nel 2016 e ha avuto come focus la matematica in quarta media, mentre quest’anno si procederà con la verifica del raggiungimento delle competenze fondamentali nella lingua di scolarizzazione e nella prima lingua straniera (in Ticino il francese) presso gli allievi dell’8°anno HarmoS (in Ticino prima media). Questa inchiesta coinvolgerà tutte le scuole medie del Cantone, comprese quelle private parificate, e si svolgerà nel periodo compreso tra il 24 aprile e il 2 giugno 2017 attraverso l’utilizzo di dispostivi mobili (tablet).  All’indirizzo www.vecof-svizzera.ch/ si possono trovare maggiori informazioni riguardanti la verifica delle competenze fondamentali, lo svolgimento del test e del questionario, la sicurezza dei dati, ecc.

L’indagine sarà composta da un test disciplinare che propone esercizi nelle discipline valutate e da un questionario attraverso il quale verranno raccolti dei dati sociodemografici e poste delle domande sull’apprendimento o sui piani di formazione degli allievi in rapporto alla scuola obbligatoria. In sede di analisi, l’incrocio delle risposte alle due sezioni dell’indagine permetterà di ricavare informazioni interessanti riguardanti il sistema scolastico ticinese.

La verifica delle competenze fondamentali è la prima indagine nazionale riguardante le prestazioni nella scuola obbligatoria che viene svolta con strumenti di misurazione elaborati a livello svizzero. Lo scopo dell’indagine, che è complementare alla già nota inchiesta PISA, non è quello di valutare le singole classi o allieve/i, bensì di verificare il raggiungimento delle competenze fondamentali nelle diverse realtà scolastiche al fine di beneficiare di una valutazione più globale del sistema scolastico cantonale e nazionale.

In Ticino lo svolgimento delle prove sarà condotto dal Centro innovazione e ricerca sui sistemi educativi (CIRSE), appartenente al Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI, che da diversi anni si occupa di ricerca in ambito educativo su mandato cantonale. Grazie alla vasta esperienza accumulata, il CIRSE è un prezioso organo che fornisce al Dipartimento dati di ricerca che permettono di capire meglio il sistema educativo cantonale, analizzandolo sia al suo interno, sia confrontandolo con altre realtà nazionali e internazionali. In ogni sede scolastica è stato designato dalla direzione un coordinatore che si occuperà dei contatti con il CIRSE e dell’organizzazione dello svolgimento delle prove in sede.

Maggiori informazioni riguardanti la verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi nazionali possono essere richieste a Serena Ragazzi, referente dell’inchiesta per la Divisione della scuola, serena.ragazzi@ti.ch, 091 814 18 06.

 

 

Convegno internazionale sul benessere nei sistemi educativi: richiesta di contributi

Convegno internazionale sul benessere nei sistemi educativi: richiesta di contributi

Dal 20 al 22 novembre 2017, presso il Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI, si terrà il Convegno internazionale sul benessere nei sistemi educativi, organizzato dal Centro competenze innovazione e ricerca sui sistemi educativi. Questo evento ha lo scopo di promuovere la riflessione sui fattori individuali, relazionali e contestuali che contribuiscono al benessere degli studenti, dei docenti e dei direttori quali attori principali del sistema educativo e, quindi, in ultima analisi, al benessere di tutto il sistema. Docenti, direttori e operatori del mondo della scuola sono invitati a inviare i loro contributi sotto forma di abstract, per presentare e condividere esperienze e progetti inerenti il tema del convegno. La scadenza per l’invio degli abstract è il 31 maggio 2017.

Maggiori informazioni: www2.supsi.ch/cms/wellbeing/it

Agenda

Bobby and the Blues e L’Uccellino Piumarossa: due spettacoli per il primo e secondo ciclo.

Bobby and the Blues e L’Uccellino Piumarossa: due spettacoli per il primo e secondo ciclo.

Gli assistenti di educazione musicale Giovanni Galfetti e Franco Baroni hanno visionato e consigliano due spettacoli adatti uno per il primo e l’altro per il secondo ciclo: L’uccellino Piumarossa di Marta Bove e Giorgia Conterno e Bobby and the Blues di Raissa Avilés e Paolo Fabris.

Bobby and the Blues (secondo ciclo)
Un racconto teatralizzato per ragazzi che narra le avventure di Bobby, un bambino afro‐americano nato e cresciuto in un piccolo villaggio, dove scopre la musica e decide di diventare un chitarrista. Attraverso i suoi occhi il pubblico viene preso per mano e portato a scoprire i paesaggi caratteristici e i personaggi che hanno popolato il sud degli Stati Uniti nella prima metà del ‘900 e che hanno visto nascere uno dei generi musicali più influenti della nostra storia. Bobby and the Blues parla di musica, di sogni e della forza di volontà necessaria per realizzarli. Offre ai ragazzi uno spaccato della vita di un giovane ragazzo afro‐americano e i suoi sforzi per realizzarsi come artista e come persona. Al contempo un’occasione per famigliarizzare con la storia della musica Blues. La narrazione del racconto, scritto e interpretato da Raissa Avilés, verrà accompagnata dalla musica originale a cura di Paolo Fabris e da versioni di alcuni classici del Blues, verranno usati strumenti tipici, come la chitarra, il Deadly- Bow, l’armonica a bocca, il Wash‐Board. A supporto della narrazione verrà costruita una scenografia che consiste in un libro gigante di legno con delle illustrazioni che favoriranno l’immersione dei ragazzi nella storia. La scenografia è a cura di Giar Lunghi (scultore e xilografo).
Maggiori informazioni: www.raissa-aviles.com/galleria
Leggi e scarica il descrittivo

 

L’uccellino Piumarossa (primo ciclo)
L’uccellino Piumarossa consiste in uno spettacolo musicale per bambini tratto dalla fiaba di Mario Lodi. Si rivolge sia alle scuole dell’infanzia sia alle scuole elementari. Piumarossa è un simpatico uccellino interpretato dalle note del flauto traverso. Avventuroso e tenace intraprenderà un viaggio che lo porterà ad incontrare diversi personaggi, alla scoperta di nuovi mondi sonori e visivi, trasportando i bambini in un viaggio coinvolgente e affascinante avvicinandoli al mondo della musica. Questo progetto promuove la musica dal vivo, vocale e strumentale: i bambini potranno godere di brani che spaziano dalla musica classica di Rossini, Vivaldi, Rota, a brani tratti da melodie popolari arrangiati appositamente per lo spettacolo in una formula a loro facilmente fruibile. Per le scuole che lo desiderano c’è la possibilità di abbinare lo spettacolo ad un ciclo di lezioni di educazione musicale specifico per scuole dell’infanzia o elementari che riprende i personaggi ed i temi vissuti durante lo spettacolo.

Maggiori informazioni: http://martaegiorgiaeme.wixsite.com/musica

Il Maggiolino: teatro, danza, arte e musica per la prima Infanzia

Il Maggiolino: teatro, danza, arte e musica per la prima Infanzia

Tra il 10 e il 14 maggio si terrà a Castagnola la IX edizione del festival Il Maggiolino. Organizzato dal Teatro Pan, il festival propone cinque giorni di teatro, danza, arte e musica dedicata alla prima infanzia. Il Maggiolino vuole inoltre essere un luogo di riflessione sul senso della cultura per l’infanzia. Per questo motivo oltre agli spettacoli sono programmate alcune iniziative destinate a docenti, operatori e genitori. Mercoledì 10 maggio, tra le 15.00 e le 17.00, avrà luogo al Parco Ciani di Lugano un incontro conviviale intitolato Prima infanzia - Filosofia ed esperienze. Mentre sabato 13 maggio si terrà nella Sala concerti dell’ex Municipio di Castagnola, tra le 10.00 e le 13.00, il laboratorio Ecce voce, curato dall’attore e regista Antonello Cassinotti.

Maggiori informazioni e iscrizioni: www.teatro-pan.ch/ilmaggiolino/presentazione

Leggi e scarica il descrittivo

Strada Amica: concorso per bambini delle scuole elementari e ragazzi delle scuole medie

Strada Amica: concorso per bambini delle scuole elementari e ragazzi delle scuole medie

Strada Amica si rivolge a bambini e ragazzi delle scuole elementari e delle scuole medie, invitandoli a riflettere sulla qualità del territorio in cui vivono e, attraverso l’osservazione degli spazi stradali che conoscono, fornire il loro punto di vista sui problemi che, quotidianamente, devono affrontare per giocare, studiare, divertirsi, imparare, muoversi, abitare la città.

Il concorso chiede ad allieve ed allievi di offrire il loro punto di vista sulla strada che percorrono da casa a scuola, dalla scuola al parco giochi, in bicicletta o a piedi, attraverso un disegno, una composizione grafica, un dipinto, un collage, una foto, un fumetto, un rendering, un racconto, una poesia, un tema, una ricerca, una foto di un modellino o un filmato. La valutazione delle opere sarà effettuata da una giuria di esperti in varie discipline che terrà conto dell’originalità del tema e del suo sviluppo, l’impatto visivo e comunicativo. I lavori dovranno trasmettere un messaggio rilevante e convincente.

I vincitori delle quattro categorie riceveranno come premio un biglietto (1 ragazzo + 1 adulto) per un viaggio in treno in cima al Monte Generoso, con la possibilità di visitare l’edificio di recente costruzione. I vincitori riceveranno inoltre degli ingressi omaggio per la piscina dell’Arena Sportiva di Capriasca.

Il termine di consegna dell’elaborato è fissato al 15 giugno 2017. I lavori saranno esposti negli spazi di Villa Saroli.

Maggiori informazioni: www.i2a.ch/it/

Leggi e scarica il descrittivo del concorso

Leggi e scarica il bando di concorso

Il futuro digitale prossimo e venturo: come leggeremo nella società digitale

Il futuro digitale prossimo e venturo: come leggeremo nella società digitale

Lunedì 8 maggio si terrà presso la Biblioteca cantonale di Lugano la terza serata del ciclo dedicato al futuro digitale. Attraverso la moderazione di Stefano Vassere, Direttore delle Biblioteche cantonali e del Sistema bibliotecario ticinese, Massimo Bray (Direttore editoriale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani) e Alessio Petralli (Direttore della Fondazione Möbius Lugano per lo sviluppo della cultura digitale) dibatteranno di pratiche internazionali di promozione della lettura attraverso gli strumenti della comunicazione digitale, ragioneranno sullo stato dell’arte dei prodotti editoriali che non costituiscono una digitalizzazione di opere tradizionali, e si interrogheranno sul valore dell’editoria digitale di qualità.

L’incontro si svolgerà nella Sala Tami, con inizio alle ore 18.00. Seguirà un aperitivo.

Leggi e scarica l’invito

 

Area didattica

Sussidi didattici. Tabelline

Sussidi didattici. Tabelline

Flavio Fogarolo. - Trento : Erickson, 2015. - (Giocadomino). - ISBN:978-88-590-0837-8

Tabelline, come un domino matematico, consiste nel posizionare delle carte in successione, accostando gli elementi alle loro estremità secondo una logica matematica prefissata. Il gioco permette al bambino di aver immediatamente il controllo della correttezza degli accostamenti: ogni elemento ha, infatti, un bordo multicolore, una sorta di codice a barre cromatico, che individua il risultato corretto.
Grazie a questo sistema di controllo, i bambini possono giocare autonomamente memorizzando le tabelline.

Tabelline è anche uno strumento didattico ottimo per l’inclusione e articolato su tre livelli di difficoltà: scegliendo opportunamente i gruppi di carte, tutti i bambini possono essere coinvolti

Controlla la disponibilità

libroTabelline.jpg

Sussidi didattici. La geometria del faraone

Sussidi didattici. La geometria del faraone

Anna Cerasoli ; ill. di Desideria Guicciardini. - San Dorligo della Valle : Edizioni EL, 2013. - 63 p. : ill. - ISBN: 978-88-6714-133-3

Una fiaba per raccontare la nascita della geometria, mostrandone i primi strumenti e i primi concetti. Siamo in Egitto, nel 2000 a.C., il Nilo straripa fertilizzando i campi ma, allo stesso tempo, distruggendone i confini. Il Faraone invia i suoi tecnici che, tendendo corde, ridisegnano le forme quadrate dei recinti. Il protagonista della fiaba è un ragazzo, il cui padre è uno dei più bravi tecnici del Faraone. In sua assenza sarà lui, con i suoi tre fratelli a realizzare un quadrato perfetto, tanto da ricevere in premio uno scarabeo tutto d'oro. Lo racconta lui stesso scrivendo su un papiro che, oggi, la stessa scolaresca de "La grande invenzione di Bubal" ammira in un museo. Anche in questa occasione, la maestra coinvolge i suoi alunni che provano a mettersi nei panni del protagonista.

Controlla la disponibilità

GeometriaLibro.jpg


Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport
Divisione della scuola

Centro di risorse didattiche e digitali
Viale Stefano Franscini 32
6500 Bellinzona



tel. +41 91 814 63 11
fax +41 91 814 63 19
decs-cerdd@ti.ch

www.ti.ch/cerdd
www.ti.ch/scuoladecs

ti_bottom_filetto-def316.png